Seleziona una pagina

Il buon cibo, a Napoli, non manca di certo, dalla pizza al babà, la città vi regala delle emozioni indimenticabili. La cucina partenopea ha saputo sfruttare a proprio vantaggio i secoli di dominazione da parte di differenti culture raggiungendo un giusto equilibrio tra piatti di terra (pasta, verdure, latticini e piatti di mare (pesce, crostace, molluschi) creando un mix di sapori unico nella sua varietà.

La regina indiscussa ed incontrastata è indubbiamente la pizza, preparata nella maniera classica, ovvero con pomodoro, mozzarella e basilico, in onore del tricolore e di quando la regina Margherita di Savoia si recò a Napoli. Molto apprezzato è anche il Calzone fritto, una rivisitazione del calzone pugliese, con ripieno di ricotta, salame, sugo di pomodoro, pepe, mozzarella e ciccioli.

Ma la cucina napoletana non è fatta di solo Pizza, ci sono anche piatti popolarissimi come uno sbrigativo spaghetto con il pomodoro, oppure con le cozze o le vongole, non da meno pasta e patate con provola, tagliatelle con i ceci o gli spaghetti alla puttanesca. Accanto ai piatti tradizionali è possibile apprezzare anche accostamenti con i prodotti dell’orto come ad esempio gli scialatielli con gamberi e zucchine.

Grande importanza la ricopre anche lo street food, cibi da asporto da comprare e consumare a casa o per strada, avvolti nei classici “cuoppi” o in pacchetti di carta o semplicemente nei fogli di leggera velina alimentare. Frittatine di maccheroni, paste cresciute o arancini di riso in bianco con la provola o rossi con salsa carne e piselli, o i crocchè di patate con i latticini all’interno, o le tante pizze fritte, le montanare e chi più ne ha più ne metta.

E per dessert? C’è davvero l’imbarazzo della scelta! Dal babà alla sfogliatella (riccia o frolla), da uno dei tantissimi dolci natalizi (mostaccioli, susamielli, struffoli, zeppole, cassatine), alle zeppole di San Giuseppe, dalla pastiera napoletana al sanguinaccio (una crema al cioccolato con i canditi) è tutto un tripudio di profumi e specialità a leccarsi i baffi! Infine è doveroso citare uno dei liquori simbolo della Campania: il limoncello, fatto rigorosamente a mano con zucchero, alcool e scorze di limoni verdi, viene servito a fine pasto, ghiacciato. Una bontà! Provare per credere.

A Napoli ci sono ristoranti e pizzerie dove si mangia come una volta e dove i sapori della tradizione culinaria partenopea non conoscono crisi. Tra i nostri preferiti ci sono : Zi Teresa (Borgo Marinaro, 1), Al Faretto (Via Marechiaro, 127), Da Nennella ( Vico Lungo Teatro Nuovo, 103), Tandem (Vico SS. Filippo e Giacomo, 1-11), Gino Sorbillo (Via dei Tribunali, 32), Da Michele (Via Cesare Sersale, 1/3), Starita (Via Materdei, 27/28).